;
Clicca sul tasto qua sotto per conoscerci meglio!



Per ascoltare l'audio dei messaggi
cliccare sul titolo per aprire il file audio

Per una migliore resa audio raccomandiamo di scaricare i messaggi tramite
iTunes iscrivendosi al podcast.
Per tutte le opzioni di ascolto cliccare qua sotto.

Come ascoltare i messaggi

14 aprile 2013

Cosa distrugge e cosa costruisce un rapporto?

Come posso costruire un rapporto sano, equilibrato e vero con gli altri? Quali strumenti ho per far si che i miei rapporti "funzionino" veramente?
---

Ricordate che gli obiettivi della campagna “Insieme è meglio” sono:

  • rendere più forti i legami all'interno della chiesa;
  • raggiungere gli altri fuori la chiesa con l'amore di Cristo.
Per fare questo dobbiamo saper costruire rapporti sani e solidi con gli altri sia dentro che fuori la comunità. Gesù ha detto:

“Insieme formiamo il corpo di Cristo e, individualmente, ognuno di noi ha una funzione diversa da svolgere. Quindi apparteniamo gli uni agli altri, e ognuno ha bisogno di tutti gli altri.” (Romani 12:5 PV)
E' per questo che oggi vogliamo vedere cosa distrugge e cosa costruisce un rapporto, perché le relazioni con gli altri spesso vanno come dovrebbero o come vorremmo andassero.

Quanti di voi sono inseriti in un piccolo gruppo? Sappiate che all'interno di esso ci potrebbero essere attriti. Perché? Perché ognuno di noi è fatto in modo diverso. Dio ama la VARIETA'! Se c'é SEMPRE armonia totale nel vostro piccolo gruppo, o siete morti (in cielo c'è SEMPRE armonia tra i credenti)... o siete dei gran bugiardi!

Quello che apprendete nel piccolo gruppo su come far funzionare meglio i rapporti potrà essere applicato: a lavoro, in famiglia, nel matrimonio... ma anche quando proverete a parlare agli altri di Gesù (quello che è il vostro ministero).

Cosa distrugge e cosa costruisce un rapporto

1a) Il male: L'EGOISMO distrugge un rapporto

Questo è il primo nemico: la prima causa di litigi, di conflitti, di divorzio.

“Da dove nascono le liti e i bisticci che ci sono tra voi? Non sono forse la conseguenza delle passioni che sono in lotta dentro di voi?  Pieni di voglie che non riuscite a soddisfare, siete pronti ad uccidere. Invidiosi, gelosi, incapaci d’ottenere ciò che volete, voi litigate e v’accapigliate e non ottenete niente, perché non pregate.” (Giacomo 4:1-2 PV)


Quando desideri iniziare un rapporto con qualcuno ognuno di noi è l'essere meno egoista che possa
Poi le cose cambiano: un tale ha detto:“All'inizio del mio matrimonio, la sera mia moglie mi portava le pantofole e il cane mi accoglieva abbaiando. Ora è il cane che mi porta le pantofole... e mia moglie mi accoglie abbaiando!”

Qual'è la prima parola che dice un bambino?  Non “mamma”, non “babbo... MIO! L'egoismo non lo si deve comperare, viene col pacchetto base degli optional!

Sapete, molte volte le persone mi chiedono “ma se c'è Dio, perché allora c'è il male nel mondo”?
E' molto semplice: perché siamo tutti egoisti:

esistere. Ricordati cosa facevi quando volevi conquistare tua moglie o tuo marito!
  • vogliamo avere, e rubiamo, e le persone soffrono perché  entriamo nelle loro case; 
  • vogliamo arricchire, e produciamo alimenti arricchendoli di prodotti chimici per farli più buoni e vendere di più, e le persone soffrono perché muoiono d'infarto per il colesterolo;
  • vogliamo fare soldi, e produciamo auto che inquinano perché costano meno, e le persone soffrono perché muoiono di tumore alle vie respiratorie o alla pelle...
La vera domanda dovrebbe essere: “Perché c'è il bene nel mondo”?

Qual'è la cura all'egoismo?

1b ) La cura: L'ALTRUISMO costruisce un rapporto

“Non pensate soltanto al vostro interesse, ma preoccupatevi piuttosto di quello degli altri.” (Filippesi 2:4 PV)

L'altruismo fa emergere il meglio nell'altro: non solo trasforma la tua relazione con l'altro... ma trasforma l'altro! Obbliga l'altro a confrontarsi con qualcosa che il mondo normalmente NON FA: accettarlo per quello che è, aiutarlo senza volere nulla in cambio, mettere lui per primo invece di noi.

Sai qual'è il posto che Dio preferisce per insegnare l'altruismo? La tua famiglia e il tuo piccolo gruppo! E' così semplice dimostrarsi altruisti nella folla, tra persone che ti vedranno quella volta e basta. Ma la tua famiglia, il tuo piccolo gruppo, loro si, che sanno come sei realmente, perché ti incontrano con regolarità!

Visto che vogliamo essere pratici piuttosto che teorici, ecco 6 suggerimenti sul come essere altruista questa settimana:
  • a) frequentando: esserci è importante, anche se hai mille altre cose da fare a casa;
  • b)accettando gli altri del tuo piccolo gruppo, senza sentirti superiore a loro;
  • c) ascoltando davvero gli altri: non pensare a quale sia la risposta biblicamente più corretta, ma pensa a come puoi aiutare l'altro;
  • d) offrendo agli altri ciò che sai fare: dio ti ha dato dei doni... e non sono solo per te!
  • e) ospitando: se già hai un piccolo gruppo in casa tua, quella è una dimostrazione di altruismo... se non lo ospiti ancora, ti incoraggio ad aprire la tua casa.
Paolo dice:

“Non fatevi illusioni, non ci si può beffare di Dio: quello che si semina si raccoglie.  Chi vive per soddisfare i propri desideri corrotti, seminerà del male e senza dubbio mieterà la corruzione e la morte spirituale. Chi, invece, semina le buone cose dello Spirito, mieterà dallo Spirito Santo la vita eterna.” (Galati 8:9 PV)

Tutti sono capaci di essere altruisti “una botta e via”, ma altro è seminare l'altruismo...  Dio vuole che diventi un nostro stile di vita.

2a) Il male: L'ORGOGLIO distrugge un rapporto

“Dall'orgoglio non viene che contesa” (Proverbi 13:10a)

Come possiamo essere orgogliosi? Giudicando gli altri: “Io non farei mai quello che lui ha fatto”.
Entrando in competizione; “ Il mio vestito è più bello del suo”.
Dicendo :”Se ti sei sentito offeso da me (ovvero, il problema è tuo) ti chiedo scusa”... invece di dire: “Ti chiedo perdono per averti offeso”.

Come si dimostra l'orgoglio in un piccolo gruppo?
  • Quando copri la storia del tuo amico raccontando la tua storia.
  • Quando offri sempre un consiglio e non ne hai mai chiesto uno.
  • Quando non ammetti mai di aver avuto una settimana terribile.
“Prima della rovina viene l'orgoglio, e prima della caduta lo spirito altero.” (Proverbi 16:18 ND)

2b) La cura: L'UMILTA' costruisce un rapporto

Pietro ci suggerisce 5 cose per costruire un rapporto:

“Infine dico a tutti voi: (1) vivete di amore e d’accordo, (2) con reciproca comprensione, (3) pieni d’amore fraterno, (4) buona disposizione d’animo (5) ed umiltà.” (1 Pietro 3:8 PV)

L'amore non è un sentimento, è un'azione: devi vivere nell'amore l'altro nei fatti, agendo..

3)a Il male: L'INSICUREZZA distrugge un rapporto

“Chi ha paura degli altri cade in trappola, chi ha fiducia nel Signore è al sicuro.” (Proverbi 29:25 TILC)

Abbiamo paura degli altri, per questo proviamo a  controllare gli altri, oppure a non voler essere controllato da nessuno.

Che cosa temiamo?

Temiamo di essere visti per come realmente siamo, con tutti i nostri errori, debolezze, peccati... tutte le cose che odiamo di noi stessi. Temiamo di essere respinti,  e questa è la cosa che più ci spaventa.
Molti sono stati respinti dalle chiese, ma sappi che Gesù è stato sommamente respinto con la croce.

La reazione naturale

Chiudersi nel proprio guscio, come la tartaruga; ma sappi che la tartaruga si muove solo quando ha il coraggio di mettere testa e zampe fuori...

La soluzione

Trova un compagno (o una compagna) spirituale; non deve essere il tuo intero piccolo gruppo,
ma uno del gruppo, o al di fuori del gruppo...

3b) La cura: L'AMORE costruisce un rapporto

“Nell’amore non c’è paura, anzi, l’amore perfetto di Dio caccia via la paura. Infatti, chi ha paura dimostra di non essere pienamente convinto dell’amore perfetto di Dio.” (1 Giovanni 4:18 PV)

L'amore sposta il fuoco da me stesso alla persona che ho di fronte: l'altro allora non è qualcuno che può ferirmi, ma qualcuno a cui dare il mio amore. Riesco a fare questo solo quando riesco a comprendere quanto Dio mi ami, e che non devo impressionare o far colpo su nessuno,
e che anche un no non cambierà la mia vita... visto che ho la cosa più importante: l'amore di Dio per me.

L'insicurezza però non è qualcosa che non puoi sconfiggere in un giorno solo,  è qualcosa che va raggiunto nel tempo.

“Ed è vivendo con Cristo che il nostro amore raggiunge la perfezione, allora ci sentiamo perfettamente sicuri per ciò che riguarda il giorno del giudizio, perché come è Cristo, così siamo anche noi in questo mondo.” (1 Giovanni 4:17 PV)

4a) Il male: IL RISENTIMENTO distrugge un rapporto

Tutti sbagliamo, tutti pecchiamo, siamo imperfetti, e deludiamo anche noi stessi. E' ovvio che quando sbagliamo e pecchiamo, altri subiscono le conseguenze, e spesso noi stessi subiamo le conseguenze di altri che sbagliano.

La cosa importante è: cosa ne faccio con quel male subito? Mi farà diventare amaro... o mi farà dimostrare amore?

“Sappi che la collera ammazza l'uomo insensato,  il risentimento uccide lo sciocco.” (Giobbe 5:2 TILC)

Spesso il nostro risentimento nasce per “accumulo”; niente di grande e evidente, ma una lunga serie di cose che non sopportiamo nell'altro... Nel piccolo gruppo potrebbero essere:
  • coloro che sono costantemente in ritardo
  • coloro che parlano troppo
  • coloro che ti danno troppe informazioni per ogni singola cosa che dicono
  • coloro che giocano col telefonino durante il gruppo
  • coloro che fanno un'affermazione, e quella deve essere
  • coloro che sono sempre superficiali e scherzano su tutto.
Queste sono le persone che si definiscono SRPGsi richiede più grazia

Come fare con queste persone?

“Quando il mio cuore era amareggiato e io mi sentivo trafitto internamente ero insensato e senza intelligenza; io ero di fronte a te come una bestia.” (Salmo 73:21-22)

Prega Dio per darti più amore per loro così che non ti irritino più quelle cose.

“Adiratevi e non peccate ; il sole non tramonti sopra la vostra ira  e non fate posto al diavolo.” (Efesini 4:26-27)

Se hai subito un'offesa diretta, vai da lui... in AMORE, e DIGLIELO! SUBITO! Non metterlo sotto al tappeto.

4b) La cura: IL PERDONO costruisce un rapporto

“Sopportatevi a vicenda, e se qualcuno ha motivo di lamentarsi degli altri, sia pronto a perdonare senza portare rancori. Ricordate: come il Signore ha perdonato voi, così voi dovete perdonare gli altri.” (Colossesi 3:13 PV)

Ricordati che il risentimento non paga, sei stato perdonato da Dio, e ti serve più perdono per il futuro!

Questo non significa trovare scuse per giustificare il torto che hai subito, ma devi “lasciar andare” per potertene liberare; è come se andassi in giro con un sasso appeso per ogni torto subito: non potrei più camminare! Ma se li “slego”, allora sarò leggero da poter correre!

Conclusione

Dio vuole liberarti dal tuo vecchio “io”, perché tu possa essere felice e servirlo: sei disposto (o disposta) a accettare le sue cure?

Nessun commento:

Leggi le informazioni sull'uso dei cookies